La sua incantevole bellezza ed il suo aspetto curatissimo rendono l`isola di Panarea veramente unica, a tal punto da essere diventata meta di un turismo d`elite. Panarea è la più piccola e la meno elevata delle Isole Eolie ed è caratterizzata da numerosissimi scogli ed isolotti come Basiluzzo, Dattilo, Bottaro, Spinazzola, Lisca Bianca, Lisca Nera, Panarelli e le Formiche che formano un piccolo arcipelago posto su un unico basamento sottomarino. Fenomeni eruttivi sono visibili sulla bellissima spiaggia di ciottoli della Calcara dove è possibile scorgere fumarole di vapori che si levano dalle fessure fra le rocce. In alcuni punti fra i ciottoli in riva al mare, per effetto di queste sorgenti di calore, l`acqua ribolle a tal punto da essere ustionante. Altri fenomeni eruttivi subacquei sono evidenti nel ribollire delle acque fra l`isolotto di Bottaro e Lisca Bianca. A Panarea, inoltre, si trovano l`incantevole baia di Cala Junco, le sorgenti termali dietro la Punta di Peppe e Maria, il Timpone del Corvo che è il punto più alto dell`isola e da cui è possibile ammirare una veduta mozzafiato sull`isola di Stromboli.Il fascino dell`isola è dovuto anche alle sue casette, tutte rigorosamente bianche, ornate di fiori e quasi sempre con vista sul mare, collegate tra loro da caratteristici vicoletti percorribili solo a piedi o con le caratteristiche macchinine elettriche o moto api che fungono da taxi.Per il senso di straniamento, fascinazione e sensazione di `perdersi` nella natura, che procuravano questi luoghi nel dopo guerra si ricorda il famoso film `L`avventura`, di Michelangelo Antonioni (1960), ambientato in larga parte a Panarea, Basiluzzo e Lisca Bianca.

Histats.com © 2005-2014 Priv